EcocentricaMente

idee per una vita sostenibile

Storia di una lumaca che scoprì l’importanza di essere lenta di Luis Sepulveda

3 commenti

cop.aspx

Qualche mese fa, in uno dei miei giri in libreria, mentre cercavo nuove letture la mia attenzione, anzi l’attenzione della bambina che è in me, è stata catturata da una bella copertina verde, con il titolo scritto in corsivo e l’illustrazione di un vortice sul quale si susseguivano alberelli e casette e al centro una grossa lumaca.

Era il nuovo libro di Luis Sepúlveda, un autore che amo molto sin da bambina. (Chi non si ricorda della Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare?)

Ovviamente l’ho portato a casa con me; è una lettura breve ma densa di significato, è una meravigliosa favola per bambini, protagonista una giovane lumaca curiosa, che vive insieme ad altre lumache nel Paese del Dente di Leone e che è curiosa di scoprire la ragione per cui sono così lente e che non trova giusto non avere un nome, infatti si chiamano tra di loro semplicemente “lumaca”.

Intraprende così un viaggio, durante il quale incontra un gufo e una tartaruga molto saggia che le da un nome e l’avverte di un pericolo che incombe sul Paese del Dente di Leone (indovinate qual è il pericolo? Sì… è ovviamente l’uomo che sta costruendo una nuova strada e un parcheggio distruggendo quel prato). Così la giovane lumaca decide di tornare dalle altre e condurle in un nuovo viaggio verso l’ignoto per salvarle.

E’ un elogio all’amicizia, alla collaborazione, alla pace e alla generosità, e soprattutto alla natura. In poche pagine Sepúlveda racchiude un’importante messaggio, la vita non sempre va vissuta freneticamente, ogni tanto è bene rallentare, allontanarsi e magari guardare da un’altra prospettiva.

Annunci

3 thoughts on “Storia di una lumaca che scoprì l’importanza di essere lenta di Luis Sepulveda

  1. Sono contenta di non essere la sola ad apprezzare questa tipologia di libri seppur siano, in teoria, destinate ai più piccoli! Complimenti per l’articolo 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...